I manoscritti vaticani in formato digitale

Biblioteca apostolica vaticana, mappa di Pirro di Noha del 1410

Nei prossimi giorni verrà avviata un’importantissima opera di digitalizzazione che riguarderà gli 80.000 manoscritti conservati nella Biblioteca apostolica vaticana. Questo significherà che presto, probabilmente già nel corso del 2013, opere come il Virgilo Vaticano saranno disponibili sul sito della Biblioteca. Il progetto, scaturito da un accordo fra il Vaticano, EMC Corporation e Dedanext, pare che abbia come principale obiettivo la conservazione dei manoscritti più che la loro fruibilità. Perciò ogni pagina verrà acquisita digitalmente ad altissima risoluzione e archiviata nel formato open standard FITS (Flexible Image Transport System), che garantisce la massima riproducibilità, ed è stato chiaramente previsto anche un piano di disaster recovery, in maniera che tutta la bellezza contenuta in essi superi la prova del tempo

Non so se si conserveranno più le riproduzioni digitali o i manoscritti originali, però aspetto con trepidazione il momento in cui potrò sfogliarli, e goderne, dalla mia scrivania.

Advertisements

5 pensieri su “I manoscritti vaticani in formato digitale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...